hbar

hbar. h-tagliato. Il simbolo della costante ridotta di Plank. Ad indicare i temi, certo, scienza e tecnologia, ma anche il metodo: rigore, onestà, indipendenza, libertà di pensiero. E la creatività, la passione.

Questo vuole essere hbar, un blog inserito nel Tevac Network, quindi ovviamente incentrato sui temi dell’informatica, ma non sarà solo informatica; non sarà solo Apple o OSX o iOS, l’approccio sarà più vasto, più generale. Perché oggi il mondo è diverso, si scelgono un computer o un sistema operativo o uno smartphone per mille ragioni, ma non certo perché questa marca o quel sistema possono fare cose che gli altri non fanno. Oggi OSX o Windows o Linux, iOS o Android, un MacBook Air o un buon ultrabook di un’altra marca, sono equivalenti e intercambiabili. Ma dietro c’è sempre, deve esserci sempre, la capacità di analizzare le cose, coglierne i punti di forza e le debolezze, le novità e i legami col passato. Senza remore, senza timori reverenziali, senza princìpi d’autorità. E deve esserci la voglia di capire le nuove tecnologie, la conoscenza su cui si fondano, per esserne padroni, e non solo consumatori.

Non so se hbar riuscirà in questi intenti, ma l’unico modo per saperlo è provarci.

Qualche nota di servizio: i commenti sono disabilitati in tutto il blog. E resteranno tali. Se qualcuno vuole avviare una discussione su ciò che scrivo qua, la rete è grande e basta linkare l’articolo in questione. Se non sapete dove farlo, il forum di Tevac è a vostra disposizione. In ogni caso, qui come sul forum, vigono il regolamento di Tevac, e le relative informative sulla privacy. Sapevatelo.

A proposito della foto di testa: non c’entra niente (per la cronaca: è la Reggia di Venaria), ma è magnifica (la Reggia, la foto fa quel che può), e quindi ve la beccate. ;-)

Autori: Marco Coïsson

Marco Coïsson è laureato in Fisica, presso l'Università di Torino, ed è ricercatore presso l'INRIM, dove si occupa di materiali magnetici innovativi. Appassionato di scienza e tecnologia, di moto e di fotografia.

1 Commento

  1. Bentornato a Marco Coisson, un parere competente che leggevo con piacere su Tevac.
    Se qui non si può commentare, nemmeno su Tevac si può fare perchè sono disabilitati i commenti, almeno nella sezione “Gli articoli di Tevac e dei siti collegati”. Solo per seganlare questa cosa. Saluti
    Sandro

Lascia un commento